Pubblicato il giorno 25-nov-2020

CAF Patronato MOTTA

Cedolare secca affitti brevi per un massimo di 4 immobili: la novità è contenuta nella bozza della Legge di Bilancio 2021. Se si affittano 5 o più appartamenti per breve periodo, è prevista la presunzione di attività imprenditoriale, con il conseguente obbligo di partita IVA.
Cedolare secca affitti brevi, novità in Legge di Bilancio 2021: la bozza della Manovra fissa ad un massimo di 4 il numero di appartamenti da affittare beneficiando della tassazione agevolata del 21%.
Per chi affitta da 5 a più appartamenti per breve periodo scatta la presunzione di attività imprenditoriale, con obbligo di dotarsi di partita IVA.
La Legge di Bilancio 2021 punta a definire i casi in cui si applica il regime di tassazione agevolato sugli affitti turistici.
Il testo in bozza della Legge di Bilancio 2021 limita i casi di applicazione della cedolare secca del 21%, stabilendo quando l’attività di locazione per brevi periodi si presume svolta in forma imprenditoriale.
Le novità previste dalla bozza della Legge di Bilancio 2021 si applicheranno anche nel caso di contratti stipulati tramite intermediari o portali online.
per ulteriori informazioni rivolgiti al ns. CAF
🌐 www.CafMotta.it
📩 motta@servizicafitalia.it
Contattaci
Messaggio inviato. Ti risponderemo a breve.